Intercomunicazione di rete

L'intercomunicazione di rete permette lo scambio di dati tra Miniserver, che sono collegati tramite la loro interfaccia Ethernet attraverso una rete, ma sono programmati indipendentemente l'uno dall'altro.

Si possono inviare valori digitali, valori analogici e testi, opzionalmente con trasmissione di dati criptati.

Contenuto


Proprietà

Descrizione breve Descrizione Valore standard
ID proprio ID, con il quale il proprio Miniserver può essere identificato in modo univoco da altri terminali remoti.
Lunghezza massima: 8 caratteri
-
Port Porta UDP su cui vengono ricevuti i pacchetti. Impostare questa porta anche sul Miniserver mittente nelle proprietà del terminale remoto. 61263




Configurazione

Ogni Miniserver può fondamentalmente agire come un mittente e un destinatario. I seguenti esempi illustrano i passi necessari. A tal fine, un valore analogico criptato viene inviato dal Miniserver A al Miniserver B.

Impostazione di base

Cliccare nella struttura periferica di Loxone Config prima sull'intercomunicazione di rete, che si trova sotto periferica di rete.

Poi assegnare un proprio ID ad ogni Miniserver che userà l'intercomunicazione. Ogni membro sarà identificato dal suo ID.
Nel seguente esempio scegliamo l'ID MS_A per il nostro Miniserver:

Creare terminale remoto

Successivamente, selezionare creare terminale remoto nella barra dei menu.
Inserire l'ID dei partecipanti nel campo ID termianle remoto a cui si vuole inviare o da cui si vuole ricevere.
Per accettare pacchetti da o inviare pacchetti a tutti i membri dell'intercomunicazione, usare ‚*‘ come ID del terminale remoto e specificare un indirizzo broadcast.

Nell'esempio seguente, vogliamo inviare dati solo ad un terminale remoto specifico, in questo caso il Miniserver con l'ID MS_B, quindi specifichiamo il suo indirizzo IP nel campo dell'indirizzo:

Attivare la crittografia e impostare una password sicura affinché gli altri partecipanti all'intercomunicazione non possano spiare o falsificare i dati.
Per la trasmissione criptata dei dati, la stessa password deve essere inserita nel terminale remoto sia al mittente che al destinatario.

Un percorso di trasmissione tra due o più terminali remoti può anche essere chiamato canale.
Se si formano più canali con gli stessi mittenti o destinatari, è necessaria una password diversa per ogni canale.

Esempio 1:
MS_A trasmette solo a MS_B
MS_C riceve solo da MS_D
Questi sono due canali separati, quindi la stessa password può essere usata su entrambi i canali.

Esempio 2:
MS_A invia a MS_B
MS_A invia a tutti (*)
In questo caso, ci sono due canali, ma con lo stesso mittente.
Pertanto, è necessario impostare una password diversa per i diversi canali.
Tuttavia, le password utilizzate per i terminali remoti collegati tramite lo stesso canale devono essere identiche.

Inviare valore

Per inviare un valore, selezionare ora Inserire uscita. Questo crea un attuatore che può poi essere utilizzato nella programmazione.
Per scopi di identificazione, usare un ID unico per il pacchetto in uscita.
Impostando un tipo di dati, si definisce se è un valore digitale, un valore analogico o un testo.

Infine, salvare il programma nel Miniserver, dopo di che il valore inviato viene mostrato sul monitor UDP.

Nell'esempio seguente, inviamo un valore di temperatura con l'ID del pacchetto Temp1 dal miniserver MS_A al miniserver MS_B:

Ricevere un valore

Ora passiamo a un altro Miniserver e assegniamo un proprio ID anche all'intercomunicazione di rete, che è diverso dagli altri partecipanti.

Anche qui, dobbiamo prima creare un terminale remoto con l'ID MS_A, perché nel nostro esempio vogliamo ricevere un valore da questo terminale.
Dato che in precedenza abbiamo abilitato la crittografia durante l'invio, facciamo la stessa cosa qui e inseriamo anche la stessa password.
Quando si usa la crittografia, è richiesto anche l'indirizzo del mittente.
Senza crittografia, il campo dell'indirizzo può rimanere vuoto per il destinatario:

Selezioniamo poi inserire ingresso, che crea un sensore.
Per l'identificazione, usiamo l'ID del pacchetto Temp1 che abbiamo definito prima durante l'invio sull'altro miniserver.
Per il tipo di dati scegliamo di nuovo analogo, perché è un semplice valore analogico.

In seguito il programma viene salvato nel miniserver, dove i pacchetti in arrivo appaiono anche nel monitor UDP. L'ingresso può essere utilizzato successivamente nella programmazione:

In alternativa, i pacchetti in arrivo possono anche essere appresi senza dover inserire le impostazioni manualmente.Per farlo, clicca sul pulsante Apprendi pacchetti in arrivo nella barra dei menu.
Si apre una finestra e i pacchetti in arrivo sono visualizzati sulla parte sinistra. Seleziona un pacchetto e aggiungilo alla programmazione come ingresso con il segno +:

Per i pacchetti criptati, appare una richiesta di inserire la password. Dopo aver salvato nel Miniserver, l'ingresso può essere utilizzato.