Monitoraggio server

Use Casesvg>

Informazione: vantaggi di un monitoraggio server

Questo caso esemplare è d’interesse per le aziende che devono monitorare i propri server ma anche per le case vacanza.

Le aziende archiviano dati importanti su server a cui devono sempre poter accedere. Se uno dei server ha un problema e l’azienda non lo nota o non lo nota tempestivamente, possono verificarsi problemi per l’azienda che causano costi.

Un altro esempio è il monitoraggio della cella frigorifera di un hotel o ristorante. La grande quantità di alimenti conservata nella cella ha un valore notevole. In caso di problemi con la cella, l’hotel o il proprietario del ristorante devono essere informati al più presto per poter reagire e salvare gli alimenti. Per assicurarsi che rete e server funzionino correttamente, è possibile monitorarli.

I proprietari di casa che hanno una seconda casa come un appartamento o una casa ubicata altrove, vogliono controllare se tutto va bene senza doversi recare sul posto una volta alla settimana. Se, ad esempio, un temporale causa danni al server, il proprietario della casa dovrebbe esserne informato.

Ecco perché è importante monitorare tutti i tipi di server ed essere informati tempestivamente se si verifica un problema. Il responsabile verrà informato e potrà reagire e disattivare l’allarme e la notifica non appena tutto sarà a posto.

Soluzione: realizzazione di un monitoraggio server

Questo caso d’uso si riferisce a quattro server da monitorare. Non appena uno dei server è offline per un tempo predefinito, ad. es. 30 secondi, questa informazione è annotata nel file di registro serverstatus.log. Inoltre si attiva una procedura di allarme che genera diverse chiamate (max. 10 giri): responsabile IT, sostituto responsabile IT, direttore reparto IT, amministratore delegato.

Le chiamate di notifica possono essere disattivate premendo il numero 1. In seguito la chiamata verrà terminata.

Dopo è compito del tecnico controllare il server e procedere alla manutenzione.

Il Miniserver fa il ping con un intervallo regolare di 10 secondi dei quattro server per verificare se sono online. Se non è possibile eseguire il ping di uno dei server entro 10 secondi, il Miniserver fa 5 ping ogni 30 secondi. Se il Miniserver non riceve comunque un ping dal server, verrà attivato il segnale di allarme.

Questa procedura è realizzata con il modulo ping per ciascun server. Ad ogni modulo ping va inserito l’indirizzo del ping del server. Ogni 10 secondi il modulo ping esege il ping del server. Tramite un modulo di stato è possibile definire il messaggio di stato che deve essere visualizzato non appena il server è offline. Utilizzando il modulo “Sequenza di allarmi” è possibile definire le chiamate a persone specifiche.

Hardware:

Configurazione:

Scarica il file campione:

Per quale motivo tu e il cliente dovreste considerare un monitoraggio server?

L’interruzione di un server può causare notevoli problemi e costare al cliente un sacco di soldi. Per evitare un’interruzione del server e impostare un sistema di controllo e allarme affidabile, il server può essere monitorato e in caso di emergenza il cliente avvisato. Così il cliente è sicuro che in caso di interruzione, lui o i suoi dipendenti possano reagire immediatamente. Tutto ciò può essere realizzato con Loxone.

Implementare questo monitoraggio server con Loxone significa che il tuo cliente non ha bisogno di alcun hardware aggiuntivo nel caso in cui usi comunque Loxone. Il sistema Loxone può sempre essere adattato. Quindi è possibile aggiungere, senza costi aggiuntivi, server da monitorare, sostituire o aggiungere numeri di telefono da chiamare. Aumentando il numero di server da monitorare, non aumenteranno quindi i costi.

 

Le normative e gli standard locali vanno rispettati. Il contenuto di questa pagina è basato su alcune ipotesi di installazione. Le informazioni qui riportate non sostituiscono il relativo know-how di un partner Loxone. Trattandosi di soluzioni d’installazione a livello professionale, raccomandiamo di consultare un partner Loxone per implementare le funzionalità elencate in questo caso d’uso.

Altri casi d’uso in questa serie

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *