Finalmente a casa. Il viaggio della famiglia S.

Petra Rizzolli
ottobre 25, 2018 in Referenze
Il sogno della propria casa intelligente – per molti un grande desiderio, il cui percorso la maggior parte delle persone immagina di essere complicato e noioso. Lo stesso ha fatto Michael, che si è trasferito nella sua nuova Loxone Smart Home nell’agosto 2017.

Stazioni sulla via
di una casa intelligente

01 Il sogno
02 Experience Tour
03 Contatto
04 Loxone Partner
05 Realizzazione
06 La prima notte
07 Ottimizzazione e adattamento
08 Vivere!

Stazioni sulla via di una casa intelligente

01 Il sogno
02 Experience Tour
03 Contatto
04 Loxone Partner
05 Realizzazione
06 La prima notte
07 Ottimizzazione e adattamento
08 Vivere!

Il sogno

Case intelligenti che dovrebbero sapere cosa stanno facendo. Un argomento che ho affrontato con entusiasmo, ma anche con un po’ di scetticismo. Io e la mia moglie volevamo costruire una casa.

Contatto

Quando mia moglie mi ha dato l’ok, ho contattato la signora che mi aveva lasciato il suo biglietto da visita durante l’Experience Tour. Oxana, la mia persona di contatto, mi ha spiegato in dettaglio quali desideri possono essere realizzati in che modo.

Successivamente, il modello partner di Loxone mi è stato presentato. Oxana mi ha fatto notare i diversi livelli e competenze dei rispettivi partner e ha immediatamente cercato un partner affidabile nelle mie vicinanze. Una volta scelto il partner, Oxana lo ha contattato per trasmettere la nostra visione della nostra futura smart home. In brevissimo tempo abbiamo ricevuto anche l’offerta finita.

Experience Tour

Un giorno ho registrato me e mia moglie per un Experience Tour a Kollerschlag in Alta Austria. L’ho letto su Facebook e volevo dare un’occhiata da vicino alla “Real” Smart Home e provarla. In pochi minuti il mio iniziale scetticismo si è trasformato in curiosità ed entusiasmo: ombreggiatura che si adatta automaticamente alla posizione del sole, musica individuale in ogni stanza, scenari luce, risparmiare energia, …. lo volevo – no – dovevo avere!

Mia moglie non si è convinta così in fretta come me. Ci ho messo un po’ a convincere anche lei.

Loxone Partner

n seguito è stato fissato un appuntamento con il nostro partner. Abbiamo analizzato l’intero progetto insieme, abbiamo apportato qualche aggiustamento qua e là, chiarito le domande aperte e poi concordato un prezzo finale.

Il sogno

Case intelligenti che dovrebbero sapere cosa stanno facendo. Un argomento che ho affrontato con entusiasmo, ma anche con un po’ di scetticismo. Io e la mia moglie volevamo costruire una casa.

Experience Tour

Un giorno ho registrato me e mia moglie per un Experience Tour a Kollerschlag in Alta Austria. L’ho letto su Facebook e volevo dare un’occhiata da vicino alla “Real” Smart Home e provarla. In pochi minuti il mio iniziale scetticismo si è trasformato in curiosità ed entusiasmo: ombreggiatura che si adatta automaticamente alla posizione del sole, musica individuale in ogni stanza, scenari luce, risparmiare energia, …. lo volevo – no – dovevo avere!

Mia moglie non si è convinta così in fretta come me. Ci ho messo un po’ a convincere anche lei.

Contatto

Quando mia moglie mi ha dato l’ok, ho contattato la signora che mi aveva lasciato il suo biglietto da visita durante l’Experience Tour. Oxana, la mia persona di contatto, mi ha spiegato in dettaglio quali desideri possono essere realizzati in che modo.

Successivamente, il modello partner di Loxone mi è stato presentato. Oxana mi ha fatto notare i diversi livelli e competenze dei rispettivi partner e ha immediatamente cercato un partner affidabile nelle mie vicinanze. Una volta scelto il partner, Oxana lo ha contattato per trasmettere la nostra visione della nostra futura smart home. In brevissimo tempo abbiamo ricevuto anche l’offerta finita.

Loxone Partner

In seguito è stato fissato un appuntamento con il nostro partner. Abbiamo analizzato l’intero progetto insieme, abbiamo apportato qualche aggiustamento qua e là, chiarito le domande aperte e poi concordato un prezzo finale.

Realizzazione

Durante l’intero periodo di realizzazione della casa, sia il mio Loxone Partner che Oxana erano a mia disposizione.

Ottimizzazione e adattamento

Due mesi dopo il trasferimento nella nostra nuova casa, abbiamo concordato la data di ottimizzazione proposta dal nostro partner. La nostra casa ci è stata data con molti automatismi e routine utili. L’unica cosa che mancava era l’adattamento e l’individuazione di piccoli dettagli. Tutti i nostri desideri, che nel frattempo abbiamo notato, sono stati realizzati dal partner.

Un esempio: ogni sera abbiamo abbassato sei delle nostre 18 veneziane in anticipo per una maggiore privacy da parte dei nostri vicini. Oggi la nostra casa lo sa e fa questo lavoro per noi al tramonto. Senza alcuna azione da parte nostra.

La prima notte

Quando finalmente è arrivato il momento della consegna, il nostro partner ci ha dato una breve formazione. Anche se già sapevamo la maggior parte di esso, come lo standard dei comandi, il rinfresco e le informazioni aggiuntive erano importanti per noi.
Nella prima notte abbiamo attivato la modalità notturna con il triplo clic: tutte le luci si sono spente, il sistema di allarme si è acceso e i dispositivi di standby sono stati spenti – ero semplicemente felicissimo.

Entrambi sapevamo che questo era esattamente quello che volevamo – e inoltre rende anche i nostri vicini un po’ invidiosi 😉
Siamo finalmente arrivati a casa.

Vivere!

Ancora oggi, un anno dopo il trasloco, la nostra smart home ci riempie di felicità. Invece di andare da una stanza all’altra per spegnere la luce, possiamo rilassarci e dedicarci alle cose che ci piacciono. Le nostre teste sono finalmente libere da compiti inutili.

(Tranne lo scarico dei rifiuti, che mia moglie mi obbliga ancora a fare.)

Realizzazione

Durante l’intero periodo di realizzazione della casa, sia il mio Loxone Partner che Oxana erano a mia disposizione.

La prima notte

Quando finalmente è arrivato il momento della consegna, il nostro partner ci ha dato una breve formazione. Anche se già sapevamo la maggior parte di esso, come lo standard dei comandi, il rinfresco e le informazioni aggiuntive erano importanti per noi.
Nella prima notte abbiamo attivato la modalità notturna con il triplo clic: tutte le luci si sono spente, il sistema di allarme si è acceso e i dispositivi di standby sono stati spenti – ero semplicemente felicissimo.

Entrambi sapevamo che questo era esattamente quello che volevamo – e inoltre rende anche i nostri vicini un po’ invidiosi 😉
Siamo finalmente arrivati a casa.

Ottimizzazione e adattamento

Due mesi dopo il trasferimento nella nostra nuova casa, abbiamo concordato la data di ottimizzazione proposta dal nostro partner. La nostra casa ci è stata data con molti automatismi e routine utili. L’unica cosa che mancava era l’adattamento e l’individuazione di piccoli dettagli. Tutti i nostri desideri, che nel frattempo abbiamo notato, sono stati realizzati dal partner.

Un esempio: ogni sera abbiamo abbassato sei delle nostre 18 veneziane in anticipo per una maggiore privacy da parte dei nostri vicini. Oggi la nostra casa lo sa e fa questo lavoro per noi al tramonto. Senza alcuna azione da parte nostra.

Vivere!

Ancora oggi, un anno dopo il trasloco, la nostra smart home ci riempie di felicità. Invece di andare da una stanza all’altra per spegnere la luce, possiamo rilassarci e dedicarci alle cose che ci piacciono. Le nostre teste sono finalmente libere da compiti inutili.

(Tranne lo scarico dei rifiuti, che mia moglie mi obbliga ancora a fare.)

Voglio saperne di più su LOXONE